Lifting del volto: come si esegue?

Come ci ha spiegato il Dott. Francesco Rizzo, Responsabile dell’U.O. di Chirurgia Plastica dell’Istituto Clinico San Rocco, “con il lifting del volto si distende la pelle del viso e del collo correggendo così non solo le rughe ed il rilassamento della cute ma anche la ptosi (caduta) dei tessuti molli (grasso e fasce muscolari) di questo distretto anatomico. In questo modo è possibile ottenere risultati naturali e stabili nel tempo”.

Le cicatrici?

“Resteranno quasi invisibili essendo localizzate in parte nei capelli, in parte dietro l'orecchio ed in minima parte sul davanti dello stesso (confuse tra le pieghe naturali presenti in tutti i pazienti in questa sede)”.

Quanto dura l’intervento?

“Il tempo richiesto per l'intervento varia a seconda della gravità dei difetti da correggere: può variare da un'ora e mezza a tre ore. L'operazione, eseguita in anestesia locale con sedazione oppure in anestesia generale, viene spesso associata ad altre operazioni di chirurgia estetica come la blefaroplastica. Il ricovero può essere di poche ore oppure oppure di un giorno a seconda dei casi”. 

Come ci si prepara a questo intervento?

“Per i fumatori - ci ha spiegato - è necessario astenersi o limitare fortemente il fumo un po' di tempo prima dell'intervento. Per i forti fumatori è necessaria una drastica riduzione qualche mese prima. L’aspirina e gli antinfiammatori devono essere evitati perché possono aumentare il rischio di sanguinamento operatorio”.

Raccomandazioni per il post operatorio, invece?

“È importante comprendere che il tempo di recupero post-operatorio varia molto da persona a persona, ma dipende anche dalla tecnica utilizzata che, ripetiamo, non sempre è la stessa per tutti i pazienti. Dopo l'intervento si riscontrano ecchimosi (lividi) e gonfiore. I punti di sutura vengono rimossi generalmente dopo 5-10 giorni. È possibile tornare alle normali attività dopo 10-15 giorni dall'intervento. Inizialmente andrà evitata l'esposizione diretta al sole e per qualche tempo sarà opportuno l'uso di schermi solari.

La durata del risultato, oltre che dai fattori già descritti (situazione pre-operatoria, tecnica utilizzata), dipende anche da altre variabili, quali le abitudini di vita e i fattori individuali ed ereditari. In ogni caso, se si esegue un buon riposizionamento delle strutture facciali, si può dire che si ricomincia ad invecchiare gradualmente, a partire dal risultato raggiunto con l'intervento”.

X