Un'operazione per due protesi: il dolore raddoppia?

In ambito ortopedico capita frequentemente di impiantare due protesi in un unico intervento sia per la stessa articolazione (bilaterale), sia per due diverse articolazioni (bifocale). Come ci ha spiegato il Prof. Alfredo Savarese, Responsabile dell’U.O. di Ortopedia e Traumatologia sez. IV dell'Istituto Clinico San Rocco, "c’è chi crede che questo tipo d’intervento possa raddoppiare il dolore percepito dal paziente ma non è assolutamente così.

Il dolore, infatti, ha una sua intensità che non può incrementarsi, un indice analogico da 0 a 10 che rimane tale a prescindere dalla patologia per cui si viene operati. C’è anche chi, essendosi sottoposto in passato ad un intervento di protesi al ginocchio o all’anca, rifiuta a distanza di anni un altro intervento simile per paura di provare nuovamente dolore. Propendere per un’unica operazione, quindi, può essere una soluzione intelligente qualora sia necessario ricorrere a due protesi per la stessa o per due diverse articolazioni. Il percorso riabilitativo verrà poi stabilito caso per caso. L’Unità Operativa che coordino all'Istituto Clinico San Rocco è tra quelle in Italia con il maggior numero di interventi protesici di anca e ginocchio bilaterali o bifocali contemporanei". 

X