Cardiologia UTIC

Responsabile: Dott. Antonio Fappani

Reparto
Ambulatorio
 

Caposala

Gardini Alec

Contatti telefonici

030.6859614

 

  • EQUIPE
  • ATTIVITÀ CLINICA

    Essendo il nostro un Centro di alta specializzazione, oltre l’80% dei ricoveri vengono effettuati in vista o per procedure interventistiche. Queste in particolare riguardano l’Emodinamica Interventistica e l’Aritmologia interventistica.
    L’UTIC è collegata al Pronto Soccorso e alla rete del 118 e grazie alla reperibilità emodinamica 24 ore su 24, la guardia cardiologica attiva e la reperibilità cardiochirurgica, è in grado di effettuare con limitati tempi” door to balloon” la PTCA primaria nelle sindromi coronariche acute
    Con tale organizzazione tutto il personale è preparato dall’accoglienza al periprocedura fino alla dimissione dei pazienti in questo senso e segue protocolli preparati per le varie patologie.
    Allo stesso modo il personale medico è indirizzato alla conferma della diagnosi e dell’indicazione spesso posta in altri Centri di riferimento ed a seguire poi il paziente nel periprocedura allertato su come evitare complicanze e ridurre al minimo i tempi d’attesa e le degenze.
    Il compito principale del medico è quello di verificare o porre l’indicazione al tipo di intervento da effettuare. Strettamente in contatto poi con l’ambulatorio di II° livello, l’Emodinamica, l’Aritmologia interventistica e/o la Cardiochirurgia, segue l’evoluzione dei risultati raggiunti.
    Siamo collegati oltre che alla nostra Riabilitazione Cardiologica, che segue in particolare i post cardiochirurgici, con altri Centri di Riabilitazione dove inviamo i pazienti dopo l’evento acuto.
    Vengono periodicamente rivalutati collegialmente i casi complessi

  • INTERVENTI

    • PTCA primaria + stenting multivaso e stenting elettivo multivaso
    • PTCA complesse e riapertura occlusioni croniche
    • PTA: carotidi, succlavia e renali. Circolo periferico prossimale
    • Chiusura percutanea PFO complicato – DIA – DIV
    • Occlusione percutanea auricola sinistra per prevenzione tromboembolica
    • Tavi -Valvuloplastica aortica percutanea
    • Valvuloplastica mitralica percutanea
    • Pericardiocentesi ecoguidata
    • Cardioversioni farmacologiche ed elettriche previo ecocardiogramma transesofageo
    • Ablazione con radiofrequenza del substrato anatomico della fibrilazione atriale con tecniche di mappaggio elettro anatomico
    • Carto 3, EnSite Velocity
    • Studi elettrofisiologici - vulnerabilità ventricolare
    • Ablazione con radiofrequenza di aritmie cortocircuitali  e focali: Wolf-Parkinson-White, Tpa, Flutter, Tachicardie focali, Tachicardie ectopiche, Tachicardie Ventricolari, Aritmie complesse
    • impianto di pacemaker semplici e/o complessi tipo biventricolare, tricamerale e AICD con stimolazione multisito nella terapia dello scompenso cardiaco
    • posizionamento di registratori sottocutanei- loop-recorder

  • ATTIVITÀ AMBULATORIALE

    L’attività ambulatoriale così come la degenza, è rivolta in gran parte ad effettuare
    esami più complessi definiti di II° livello sia per pazienti degenti (Cardiologica, Cardiochirurgica, UTIC, Rianimazione, Altri Reparti) che per ambulatoriali esterni e/o spesso inviati da altri Centri con richieste specifiche (ecostress dobutamina, ecocardiogramma transesofageo, test cardiopolmonare, studio della sincronizzazione intra – interventricolare, ecc).
    Gli Ambulatori sono così organizzati in due livelli
    I° Livello: vengono eseguite tutte le prestazioni cardiologiche ambulatoriali che vanno dalla visita cardiologica, ECG, test da sforzo al cicloergometro, ecocardiogramma color doppler, ECG dinamico 24 ore, Monitoraggio ambulatoriale della PA, ecc
    Attività Ambulatorio Aritmologico: va dal semplice controllo del dispositivo nei portatori di pacemaker alla riprogrammazione, al controllo e riprogrammazione di dispositivi complessi quali AICD con stimolazione biventricolare tricamerale ecc.
    Nei casi di desincronizzazione viene eseguito uno studio congiunto con l’ecocardiografista per indicazioni terapeutiche e/o interventistiche.
    L'ambulatorio di aritmologia è dotato di sistemi di controllo a distanza dei dispositivi.

    Vengono inviati ai pazienti di riferimento riassunti trimestrali dei controlli a distanza effettuati. Questa attività è in fase di sviluppo assieme alle nuove tecniche di controllo a distanza.
    (030-6859290)
    II° Livello:
    L’attività rivolta ai degenti viene gestita con il responsabile delle U.O. Operative ed il Caposala.
    I principali esami eseguiti sono:

    • ecocardiogramma transesofageo (oltre 700 esami l’anno)
    • ecocardiogramma con stress farmacologico (oltre 400 esami l’anno)
    • ecocardiogramma con ricostruzione tridimensionale
    • test cardiopolmonare (ergospirometria)

    N.B. il Centro è storicamente punto di riferimento per lo studio, la diagnosi e il trattamento della patologia cardiaca congenita dell’adulto:

    • Difetti interatriali e Forame Ovale Pervio (circa 70 casi l’anno)
    • Dotto di Botallo Pervio
    • Difetti interventricolari

    e della patologia cardiaca acquisita dell’adulto con particolare attenzione alla patologia Valvolare mitralica:

    • valvuloplastica percutanea nella stenosi mitralica

  • ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA

    In relazione all’attività svolta l’attività scientifica si estende dall’angioplastica complessa con lo studio e la sperimentazione di nuove tecniche e materiali fino allo sviluppo di nuove tecniche e materiali nella patologia congenita dell’adulto e nelle valvuloplastiche.
    L’Aritmologia poi si occupa sia delle tecniche ablative più sofisticate in particolare l’ablazione della FA in atrio sin con mappaggio elettroanatomico fino alle nuove tecniche di resincronizzazione cardiaca e di stimolazione multisito oltre che al monitoraggio a distanza dei dispositivi impiantati.
    Di pari passo l’attività clinica ed ambulatoriale segue il follow-up di queste patologie in funzione del trattamento.
    L’attività scientifica si concretizza poi in occasione di Congressi dedicati con la partecipazione dei Responsabili di volta in volta come relatori o moderatori.
    L’attività didattica è rivolta sia al personale paramedico che al personale del 118 attraverso riunioni programmate presso la Clinica.
    Così pure vengono organizzati congressi, per lo più a tema, rivolti ai Medici di base.
    Congressi su temi particolari (es. angioplastiche complesse, chiusura PFO, tecniche di ablazione con radiofrequenza) vengono effettuati con cadenza periodica con la partecipazione degli specialisti dei Centri interessati cui siamo spesso il riferimento.

X