Chirurgia Generale

Responsabile di U.O.: Dott. Antonio Scalvini

Reparto
Ambulatorio
Day hospital
Caposala

Bettineschi Norma

 
  • EQUIPE
  • ATTIVITÀ CLINICA

    L’Unità Operativa di Chirurgia Generale dispone di 10 posti letto di degenza ordinaria per la gestione delle patologie di maggior impegno e si avvale dell’utilizzo delle degenze in Week Hospital ed in Day Hospital per la chirurgia routinaria.
    Presso l’Unità Operativa di Chirurgia Generale si trattano le patologie del tratto alimentare, dell’addome e del suo contenuto compresi fegato, vie biliari, pancreas e milza; della mammella e del sistema endocrino (tiroide e surrene); dell’apparato vascolare arterioso e venoso.
    L’Unità Operativa è inoltre coinvolta nelle attività di emergenza - urgenza afferenti al DEA per prestazioni chirurgiche d’urgenza.
    Il servizio ha un’esperienza consolidata in laparoscopia e chirurgia mininvasiva. Presso la Clinica S.Rocco, oltre agli interventi di colecistectomia laparoscopica, ormai divenuti routinari, si eseguono procedure laparoscopiche avanzate che comprendono la chirurgia funzionale del giunto esofago-gastrico, l’appendicectomia, la chirurgia del surrene, delle ernie recidive, dell’intestino tenue e del colon e la chirurgia dell’obesità grave.
    Nell’ambito del trattamento endoscopico mininvasivo l’Unità Operativa di Chirurgia Generale collabora con il servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva per il trattamento della calcolosi e delle stenosi della via biliare principale e per la palliazione delle neoplasie avanzate dell’esofago, dello stomaco, del colon e del pancreas.
    Metodiche chirurgiche minimamente invasive sono routinariamente applicate nella diagnostica preclinica mirata delle lesioni della mammella, in collaborazione con i servizi di mammografia ed ecografia. Relativamente alla chirurgia del carcinoma della mammella si eseguono interventi di tipo conservativo (quadrantectomia associata o meno alla ricerca del linfonodo sentinella) o di mastectomia; in questo caso si provvede, in collaborazione con l’Unità Operativa di Chirurgia Plastica, alla ricostruzione della mammella che può essere attuata contemporaneamente alla mastectomia o in un tempo successivo.
    Nell’ambito della chirurgia oncologica dell’apparato digerente, oltre agli interventi più comuni a carico dello stomaco e del colon, si eseguono anche interventi di alta specializzazione quali esofagectomia, resezioni epatiche e pancreasectomia.
    Nell’Unità Operativa di Chirurgia Generale da anni si pratica la chirurgia bariatrica per il trattamento dell’obesità grave, vengono eseguiti con tecnica laparoscopica mininvasiva sia interventi di tipo restrittivo (applicazione di bendaggio gastrico) che interventi di tipo malassorbitivo (diversione bilio-pancreatica); in casi selezionati, in collaborazione con il servizio di endoscopia digestiva, viene posizionato il pallone intragastrico (BIB).
    La chirurgia del sistema vascolare arterioso riguarda prevalentemente il trattamento degli aneurismi dell’aorta addominale sottorenale, delle patologie dei vasi cerebrali extracranici e delle arterie native degli arti, nonché la rivascolarizzazione distale degli arti.
    Oltre alle su esposte peculiari aree di interesse che caratterizzano e qualificano l’Unità Operativa di Chirurgia Generale, una parte significativa dell’attività è dedicata alla chirurgia routinaria per il trattamento della colelitiasi, delle neoformazioni benigne o maligne della tiroide, delle ernie della parete addominale, delle varici e della patologia proctologica.

  • ATTIVITÀ AMBULATORIALE

    Presso l’ambulatorio di Chirurgia Generale sono attivati, in convenzione con il servizio sanitario nazionale:
    L’ambulatorio di chirurgia per prime visite, controlli e medicazioni.
    L’ambulatorio di Chirurgia vascolare e diagnostica non invasiva.
    L’ambulatorio di Chirurgia dell’Obesità.
    Il servizio di chirurgia ambulatoriale.

    Inoltre gli Specialisti afferenti all’Unità Operativa svolgono attività ambulatoriale libero-professionale su appuntamento.

    X